Le eruzioni vulcaniche del Medioevo

FREDDOFILI.IT : La data di inizio della Piccola Età Glaciale è tuttora molto controversa.

Sicuramente il periodo più freddo della PEG è stato quello che va dal 1550 al 1850, con punta di freddo particolarmente acuta nella seconda metà del Seicento, e nelle prime decadi dell’Ottocento.

Ma è anche vero che il periodo di grande caldo medievale, tra il 900 ed il 1200 circa, è stato seguito da un peggioramento del tempo e da un raffreddamento di cui troviamo traccia nei ghiacciai alpini e nella loro cronologia di avanzate e ritirare.

Possono avere influito in questo peggioramento alcune grandi eruzioni vulcaniche medievali?

La prima eruzione che dobbiamo considerare è quella del Monte Riniani, in Indonesia,non lontano dal Monte Tambora,  un’eruzione VEI 7 che si verificò proprio nel 1257, all’inizio di questo raffreddamento climatico.

I dubbi insorgono ancora di più a causa dell’eruzione di un altro vulcano indonesiano, il Monte Tarawera in Nuova Zelanda, che ebbe un’eruzione catastrofica nel 1314, e che potrebbe essere stata la causa della mancata Estate del 1315 in Europa, all’origine di una delle più grandi carestie di questo millennio sul nostro Continente.

Il tempo rimase pessimo, freddo e piovoso fino al 1320, rappresentando una delle fasi più terribili del clima europeo dell’ultimo millennio, e la “miccia” potrebbe essere stata proprio questa eruzione.

20 giu 14 vulcano3