Lo “Schoolhouse Blizzard”…

E’ diventata celebre con questo nome la terribile tempesta di neve che sconvolse gli Stati Uniti il 12-13 Gennaio del 1888.

Questa grande tempesta era stata preceduta da un afflusso di aria calda proveniente dal Golfo del Messico, che aveva fatto risalire fortemente le temperature della parte centrale ed orientale degli States.

Ad Omaha, in Nebraska, la temperatura era risalita in 24 ore da -21°C a -2°C, ed inoltre la giornata appariva mite e soleggiata, per la stagione invernale, invogliando la gente a stare all’aperto.

Nel giro di poche ore, un grosso fronte artico fece precipitare i valori termici in alcuni casi fino a -40°C, e la tempesta arrivò all’improvviso accompagnata da un blizzard che fece precipitare a zero la visibilità.

Gli Stati colpiti furono il Nord e Sud Dakota, il Nebraska, il Minnesota, il Montana, l’Idaho.

A Lincoln, in Nebraska, il blizzard giunse improvviso alle ore 15, di conseguenza migliaia di scolari rimasero intrappolati nelle loro aule assieme agli insegnati, donde il nome che venne poi dato alla tempesta di “Schoolhouse Blizzard”.

Furono così ben 235 le vittime di questa tempesta, e la maggior parte di loro furono proprio bambini.

17 mag 14 765px-Brooklyn_Bridge_snowy