La grande tempesta di neve nord americana dell’11-15 Marzo 1993 (prima parte):

Conosciuta come la “Tempesta del Secolo”, fu causata, come spesso accade per le grandi tempeste di neve che colpiscono il Nord Est statunitense, da aria caldo – umida risalente dal Golfo del Messico, che si scontrò contro una massa di aria gelida che giungeva dal Canada.

Nel mese di Marzo l’aria calda è molto ricca di umidità, e perciò le nevicate che ne derivano sono molto abbondanti.

Ma quella dei quattro giorni compresi tra l’11 ed il 15 Marzo del 1993 lo fu in modo particolare, ed accompagnata da venti fortissimi.

La depressione risalì dal Golfo del Messico verso nord est, lungo la linea di costa, e nel giro di quattro giorni arrivò tra il Canada orientale e l’Atlantico Settentrionale.

La pressione scese fino ad un minimo di 976 hPa a Tallahassee, in Florida, e fino ad un minimo di 960 hPa sul New England, con raffiche di vento che in Florida raggiunsero i 160 kmh, corrispondenti ad un uragano di forza 2 nella scala Suffer – Simpson.

Infatti in Florida si verificò un grande numero di vittime lungo le zone costiere alluvionate da acque che salirono in altezza fino a 3,7 metri, con scarsi preavvisi di allerta, tanto che vi furono più morti per annegamento che durante il passaggio dei disastrosi Uragani Andrew e Hugo, che avevano avuto un adeguato preavviso.

Ecco un’immagine satellitare della tempesta:

15 mar 14 1993_storm_century