Ghiacci Artici: anche quest’anno fallita la previsione di un Mare Polare privo di ghiacci….

E’ fallita anche la previsione del raggiungimento di un nuovo minimo storico di estensione dei ghiacci polari, eppure fino a 2-3 mesi fa la cosa sembrava una certezza acquisita.

Il problema è che, come al solito, si ragiona su di un trend di temperatura che pare consolidato anche per i mesi successivi, ma così non è stato neanche quest’anno.


Il forte riscaldamento dell’Artico nei mesi invernali, dovuto essenzialmente al Grande Nino dello scorso inverno, ha fatto ritenere che tale trend permanesse anche nei mesi estivi, portando così per la prima volta ad un Mar Glaciale Artico privo di ghiacci alla fine dell’Estate, come è nelle previsioni dei principali climatologi da almeno un decennio.

Fino al mese di Maggio la scarsa estensione del ghiaccio invernale, l’assorbimento di calore maggiore da parte degli Oceani, aveva portato ad una superficie ghiacciata ridotta ad un livello record, ed un mare privo di ghiaccio sembrava una logica conseguenza.

Ma in realtà l’attenuazione del Nino ed il passaggio alla Nina ha portato ad una netta diminuzione delle temperature globali; contemporaneamente l’Estate si è presentata del tutto normale alle alte latitudini settentrionali, con tempo in prevalenza nuvoloso, limitando così lo scioglimento glaciale.

Diversi sono i metodi per il calcolo dell’estensione dei ghiacci artici, comunque tutti i centri sono concordi: a pochi giorni dal normale minimo stagionale i ghiacci artici sono molto lontani dal minimo assoluto raggiunto nel Settembre del 2012 ( di seguito il centro Jaxa ed il centro di Boulder in Colorado).

Exit mobile version