Tempesta in Europa, venti dal Polo Nord e poi dalla Russia. Italia , vortice gelido in quota

Breve analisi del modello matematico ECMWF di questa sera (run 12z). Proponiamo una rassegna di mappe ufficiali, al fine di illustrare una rara evoluzione atmosferica.

Vi invitiamo un attimo ad osservare cosa realizza la natura, e non cosa succederà nel nostro orticello. L’evoluzione atmosferica in Europa l’abbiamo spesso vista per il Nord America, ove comunque genera ben altri effetti per ragioni orografiche.

Genesi di irruzione di aria polare marittima verso l’Italia. Evento in atto.

L’irruzione di aria fredda è iniziata, le condizioni meteo sono peggiorate sopratutto nel nord est, con neve in pianura. Neve anche a Venezia.

Neve a Venezia questa sera.

La mappa qui sopra mostra un “lobo” della circolazione del Vortice Polare (violetto, aria gelida) richiamato verso sud dalla tempesta del Mare del Nord.

 

Proiezione per domenica. Sono confermati i tesi venti da est in Val Padana, quindi freddo che non sarà ostacolato dalle Alpi, inoltre avremo una depressione nel Mar Tirreno.

Ci saranno ideali condizioni per avere maltempo al Centro Sud, e forse instabilità al Nord, in quanto con il blu della mappa viene indicata la presenza di bassi geopotenziali a 500 hPa.

 

La mappa propone un’accentuazione del freddo in Europa, con estensione sino al Nord Africa per domenica. Isoterma di -8°C 850 hPa a ridosso del Nord Italia.

 

Lunedì possibile accentuazione dell’instabilità sul Nord Italia per il transito di un vortice freddo in quota, con persistenti venti freddi da est. Non è escludibile la neve in Val Padana.

 

Martedì 17, ondata di gelo e maltempo in Italia. In violetto isoterme sotto i -14°C a 850 hPa in prossimità delle Alpi.

Riteniamo che i dettagli dell’evento saranno modificati nelle prossime proiezioni. Pertanto ci aggiorneremo sabato mattina.