Tempeste di neve in Europa, caldo record nel Nord America. E se questo fosse il nostro freddo Inverno?

Aria siberiana ha raggiunto il Nord Europa e buona parte del Centro del Vecchio Continente, portando la prima neve sino alla pianure. Tutto ciò non è poi così inconsueto per un Inverno normale, ma in questi ultimi due anni ci siamo dimenticati della meteo normalità.

15036703_1278574565526445_796887228469868370_n
Forti nevicate nelle Alpi francesi, qui siamo a quota 1200 metri sul livello del mare. Fonte FACEBOOK/Meteo-Alpes

Siamo ancora in Autunno, e le condizioni meteo di questi giorni su gran parte d’Europa sono più tipiche di Dicembre. Perciò possiamo sostenere che quello in atto è un episodio di freddo precoce.

dn26278-2_800
Alterazione della Corrente a Getto causerebbe inverni con episodi anche molto rigidi su varie regioni del nostro Emisfero, tra cui l’Europa.

Gli scienziati anglosassoni (USA e Inglesi) sostengono che a causa dei cambiamenti climatici, il Jet Stream ha modificato la sua rotta, e potrebbe alterare le grandi correnti che interessano l’est degli USA e dell’Europa, dove nei prossimi anni ci potranno essere ondate di gelo intense.

Ciò tuttavia in un contesto di lieve progressivo aumento della temperatura terrestre.

E sarà proprio l’aumento della temperatura del Pianeta a favorire una maggiore variabilità invernale, e avviare eventi invernali di grande rigidità.

D’altronde, anche se si parla di Global Warming e catastrofi verso il caldo, la neve ed il freddo sono tornati a farsi vedere, e li abbiamo osservati non solo in Europa, ma anche nella Catena dell’Atlante, in Algeria, dove gli scorsi giorni ci sono state nevicate sino a 900/1000 metri, documentate con video e foto.

Fonte video FACEBOOK/Météo Algérie.