Previsioni NOAA per l’inverno statunitense: freddo nella zona settentrionale, ancora siccità in California!

Le ultime previsioni del NOAA per la stagione invernale prossima, prevedono nuovamente la Nina nel Pacifico Centrale, tornando sui propri passi dopo averne clamorosamente smentito la presenza pochi giorni fa!

Sarà tuttavia un Nina piuttosto debole e di breve durata, ma sufficiente a condizionare l’Inverno statunitense che risente sempre dell’alternanza Nino – Nina nella sua evoluzione.

La mappa seguente mostra la previsione del NOAA, che indica come le temperature potrebbero essere decisamente calde nella zona meridionale, al confine col Messico, e significativamente fredde invece nella zona al confine canadese, compresi i Grandi Laghi (Montana, Michigan, etc).

22-ott-16-2016-winter-temperature

La seconda mappa mostra invece le previsioni delle precipitazioni, con Inverno probabilmente umido e nevoso sul Nord Ovest statunitense e nella zona dei Grandi Laghi, secco invece sulla zona del Golfo del Messico e la Florida.

Probabilmente continuerà la siccità oramai prolungata che affligge la California:

22-ott-16-2016-winter-precip

Il NOAA precisa che le previsioni sulle grandi tempeste di neve invernali, possano essere previste solamente con una settimana di anticipo, per la loro intensità e traiettoria.

Tuttavia la presenza della Nina favorirebbe abbondanti precipitazioni nevose attorno ai Grandi Laghi e sul nord delle Montagne Rocciose, ed al di sotto della norma sul Medio Atlantico.

Altri meteorologi, quali Joe Bastardi, scrivono invece sul Washington Post che l’inverno potrebbe essere davvero rigido sulla zona di Washington DC.

Nel medesimo articolo l’altro meteorologo Judas Cohen sostiene che l’innevamento elevato in Ottobre in Eurasia tende a favorire forti irruzioni di aria fredda alle medie latitudini dell’Emisfero Settentrionale.