Maltempo in arrivo, con freddo e prime nevicate sui rilievi, dalla fine della prima decade di Ottobre?

Così sembrerebbero indicare le elaborazioni del centro di calcolo NAEFS, che utilizza i dati di ensamble di due modelli matematici, GFS statunitense e CMC canadese, mescolando ben 20 membri ens di ciascuno modello.

Si tratta in pratica di un ensamble di 40 emissioni complessive dei due centri di calcolo nord americani, nel tentativo, per ora piuttosto riuscito, di prevedere il tempo a scadenze lunghissime.

Al momento, tale modello matematico particolare, indica l’arrivo del freddo da est dopo il peggioramento depressionario del prossimo weekend.

Si tratterebbe in particolare di una circolazione depressionaria retrograda dai Balcani che andrebbe ad interessare il Meridione e l’Adriatico, portando il primo maltempo già di stampo tardo autunnale su queste zone, con sensibile calo delle temperature, mentre nelle altre zone italiane si risentirebbe solamente del calo termico e non del maltempo.

Ma la situazione sembra destinata a cambiare verso la fine della prima decade di Ottobre, quando le mappe di questo modello prevedono lo stanziarsi degli Anticicloni molto a nord in Europa, lasciando spazio ad una circolazione depressionaria estesa a tutta la nostra Penisola, e lasciando la porta aperta all’ingresso di perturbazioni atlantiche.

29-set-16-rnaa2881 29-set-16-rnaa2882

Verso metà ottobre l’Italia sarebbe sempre dentro una circolazione depressionaria, accompagnata da temperature al di sotto della norma, e questo comporterebbe maltempo, freddo e probabili prime nevicate sulle vette alpine ed appenniniche.

29-set-16-rnaa3841 29-set-16-rnaa3842

Probabilmente niente di straordinario, ma comunque un grosso passo in avanti da parte della stagione autunnale 2016!