Ancora sulle anomalie Artiche: il grande caldo degli anni Trenta e Quaranta!

Un evento significativo in Artico lo possiamo notare nel database di HADCRUT, che esamina le temperature artiche a partire dal Gennaio del 1920.

In questo caso notiamo che gli anni Trenta e Quaranta sono stati caldissimi alle alte latitudini polari, con un periodo di caldo assolutamente paragonabile a quello attuale (la linea orizzontale riferisce la temperatura media del periodo 1960-90).

08 set 16 70-90N MonthlyAnomaly Since1920

In particolare sono stati più elevati anche gli sbalzi termici positivi, con un’anomalia massima nel 1937 pari ad oltre 7°C in più del normale!

E’ presumibile dunque che anche i ghiacci marini artici, che vengono misurati con precisione solamente dal 1979, abbiano passato un periodo di grande riduzione della durata di un ventennio, forse con minimi di estensione superiori agli attuali!