Tracollo termico confermato per metà settimana….temperature di 12-14°C inferiori alla norma di Luglio!

Il giorno festivo comincia con temperature di stampo estivo, massime quasi ovunque superiori ai 30°, con punte ben superiori sulla nostra Penisola, e nessuno penserebbe a quello che accadrà tra pochi giorni.

Nelle mappe del centro di calcolo statunitense GFS, notiamo come gran parte dell’Europa Occidentale stia in anomalie termiche positive, con picchi di 5-6°C sopra la norma sulla Penisola Iberica, l’Italia Settentrionale, mentre temperature al di sotto della norma si ritrovano dalla Polonia verso la Russia.

10 lug 16 ANOM2m_f00_europe

Ma la situazione cambierà radicalmente mercoledì 13 Luglio, quando un flusso di aria fredda proveniente dal Nord Atlantico abbatterà le temperature dalla Spagna, alla Francia alla Germania fino a valori di 8-9°C al di sotto della norma.

10 lug 16 ANOM2m_f84_europe

Tempo due giorni, e venerdì 15 Luglio l’aria fredda penetrerà a fondo anche sulla nostra Penisola, regalando temperature che saranno anche di 12-14°C inferiori alla norma di Luglio in particolare sull’Italia centrale appenninica ed adriatica, ma il calo sarà forte su tutta la Penisola compreso l’estremo Sud e le Isole.

10 lug 16 ANOM2m_f132_europe

Ci si aspettano forti temporali e grandinate a causa del contrasto termico tra la massa preesistente e quella in arrivo.

Come annunciato ieri, dopo un temporaneo rialzo termico, è possibile l’arrivo di nuova aria fredda atlantica nella terza decade del mese.

Sono proiezioni del centro di calcolo statunitense, soggette quindi a possibili variazioni, tuttavia la scadenza delle mappe rientra in quei 5-6 giorni che rendono tali previsioni piuttosto attendibili.