Confermate le prospettive di un cambio di circolazione da metà Gennaio: freddo e neve sulla nostra Penisola?

E’ sempre difficile prevedere il tempo a distanza di 15 giorni, un ausilio ci viene dai modelli matematici ensamble, che, come detto ieri, simulano differenti run di un singolo modello, e che al momento rappresentano l’unico sistema per poter avere delle previsioni del tempo valide a lunghissima scadenza.

Queste, naturalmente, devono avere il supporto anche di altri indici climatici che vadano nella stessa direzione.

In questo caso, dopo avere esaminato la mappa delle ensamble che mostra, come nella giornata di ieri, lo sviluppo di un Anticiclone in Atlantico e conseguenti discese fredde sulla nostra Penisola, possiamo prendere in considerazione la MJO, la Madden Julian Oscillation, un’oscillazione dei venti nelle zone tropicali che può avere una grande influenza sul tempo anche alle nostre latitudini, soprattutto nel periodo invernale.

Il grafico sottostante mostra le previsioni di sviluppo di questa oscillazione.

31 dic 15 ensplume_full

La sua posizione in fase 7, che assumerà nei prossimi giorni restando stabile in zona, sarebbe correlata con le irruzioni artiche sull’Europa ed anche sul Mediterraneo.

Contemporaneamente, anche l’AO (Oscillazione Artica), presenta nei prossimi giorni una forte diminuzione fino ad un valore di -3; anche tale indice, detto per i non esperti, mostrerebbe i cambi di pressione in Atlantico, indicando lo sviluppo di un Anticiclone in formazione alle alte latitudini (nei giorni passati aveva mostrato un valore di +4, che indica profonde depressione in Islanda ed Alte Pressioni sul Mediterraneo).

Tutto questo concorre alla realizzazione di un periodo molto freddo che prenderebbe piede nella seconda decade di Gennaio: non si può mai fare queste affermazioni con sicurezza, ma le mappe ensamble e la combinazione dei diversi indici favorisce questa configurazione.

A questo punto possiamo augurare un felice 2016 a tutti i nostri lettori…..sperando che queste indicazioni portino ad una seconda parte della stagione invernale con freddo e neve, come nelle attese di tanti meteoappassionati!

Nel frattempo ,nei prossimi giorni, Alpi ed Appennini centro settentrionali vedranno finalmente crescere il loro manto nevoso, dopo quasi due mesi di siccità!

31 dic 15 ao.sprd2