Gli inverni rigidissimi che iniziarono a Novembre! (Seconda parte)

In un altro dei più gelidi inverni che si ricordino, già al 25 Novembre del 1788 la temperatura a Londra precipitò ad un valore di -23,8°C.

Il massimo del freddo, in Italia ed Europa, si toccò comunque tra la fine di Dicembre ed i primi giorni di Gennaio, quando si gelò completamente la Laguna Veneta, cadde la neve a Roma per quattro giorni consecutivi, e si tenne una grande “Fiera del Ghiaccio” sopra il Tamigi congelato a Londra.

La Laguna Veneta congelò dal 30 Dicembre per 18 giorni consecutivi.

A Parigi il termometro scese a -21°C.

Il più rigido inverno del XIX Secolo, quello del 1829-30, venne preannunciato dalla caduta di neve precoce in Inghilterra già al 7 di Ottobre, e da una grossa nevicata sulle Isole Britanniche il 25 Novembre.

L’inverno 1828-29 è considerato il più freddo degli ultimi due secoli in Italia, almeno dai dati termometrici delle pochissime stazioni meteorologiche presenti all’epoca, risultando circa -4,6°C al di sotto della norma attuale.

A Bologna, le ripetute nevicate intervenute tra Novembre e Febbraio, portarono ad un manto bianco al suolo di circa due metri.

Gelò completamente il Lago di Costanza, in Svizzera, per la prima volta dal 1740.

Nell’inverno 1835-36 la neve imbiancò Bologna e Parma già al 09 di Novembre.

Tale inverno risultò il terzo più freddo di sempre in Italia, -3,3°C rispetto alla norma, valore identico a quello del famoso 1929.

A Gennaio la temperatura crollò a Mosca fino a -43,9°C.

Famoso per la sua rigidezza fu anche l’Inverno 1890-91, quando gelarono i Laghi Svizzeri: il freddo in Inghilterra iniziò il 25 Novembre, per terminare solo il 02 Febbraio.

A San Marino, l’08 Gennaio, la neve era alta due metri, dopo le abbondanti nevicate intercorse tra Dicembre ed i primi giorni del 1891.

Si è detto di inverni rigidissimi ed iniziati precocemente, ma questa non è una regola fissa.

Ricordiamo che i 4  inverni più rigidi, in Italia, del XX Secolo (1928-29, 1955-56, 1962-63 e 1984-85), furono caratterizzati da un inizio della stagione invernale molto mite, con correnti atlantiche piovose e miti, almeno fino al periodo natalizio!

E questo accadde anche nell’Inverno più rigido degli ultimi 300 anni in Europa, quello del 1708-09 (in particolare il mese di Gennaio), caratterizzato, anche in questo caso, da un inizio di inverno anonimo e piovoso.

Monet Il calesse strada coperta di neve a Honfleur 1867