Modelli stagionali a confronto: prevalenza di previsioni di caldo, ma con molte incertezze! Forse arriva il Burian a Gennaio!

Difficile affrontare il campo delle previsioni stagionali, con modelli che, al momento, e bisogna ricordarlo, sono allo stato sperimentale, e quindi non in grado di dare previsioni sicure.

Comunque, il primo modello stagionale esaminato, quello ECMWF, ha effettuato una previsione di un mese di Dicembre molto mite, come indicato dalla mappa in esame, con le anomalie termiche previste per il prossimo mese in campo europeo.

07 nov 15 SeasonalAnomalies_T2m_20151101_m2

 

Il mese sarebbe caratterizzato dal transito frequente delle perturbazioni atlantiche, tanto che è prevista una piovosità di gran lunga superiore alla norma sia sull’Europa che sulla nostra Penisola (mappe di fonte forest.jrc.ec.europa.eu).

07 nov 15 SeasonalAnomalies_Rain_20151101_m2

Probabilmente cadrà molta neve sull’Arco Alpino, facendo la gioia degli operatori turistici, anche se le temperature resteranno miti.

Spingendosi più in là. il modello stagionale NCAR del NCEP prevederebbe, per il mese di Gennaio, l’arrivo del Burian sulla nostra Penisola e sull’Est europeo, come mostrato nelle mappe seguenti, di fonte NCEP.

Da notare che, la maggior parte dei modelli stagionali, prevedono la presenza di molto freddo sugli Stati Uniti, un classico degli ultimi anni, sempre per il mese di Gennaio.

07 nov 15 NASA_ensemble_tmp2m_lead3 07 nov 15 NCAR_CCSM4_ensemble_tmp2m_lead3