Il San Silvestro più freddo di sempre a Londra..

Fu nel 1788, quando si verificò a Londra il Capodanno più freddo della sua storia, almeno da quando, dalla fine del Seicento, iniziarono le osservazioni termometriche (anche se con termometri e criteri di misurazione che oggi lascerebbero un po’ a desiderare!).

Il giorno 31 Dicembre 1788, infatti, un termometro posto a Canterbury misurò una temperatura minima di -15,5°C, ed una massima di -6°C.

Ma il freddo a Londra era iniziato già a novembre (il 25 si misurò la temperatura record di -23°C), interessò Dicembre e parte di Gennaio, tanto che fu tenuta una grande Fiera del Ghiaccio sul Tamigi congelato su di un’area vastissima, da Putney Bridge a Rotherhithe, la zona più vasta che sia mai stata misurata.

Quella fu comunque una delle Ondate di freddo più forti di sempre su tutto il nostro Continente.

E, alla fine di Dicembre, giunse anche sulla nostra Penisola, con intensità straordinaria, ma con una durata piuttosto ridotta, al contrario dell’Inghilterra dove iniziò prima e perdurò a lungo.

Roma ebbe ben tre giorni di neve consecutivi con temperature inferiori allo zero, il 27, 28 e 29 Dicembre 1788, mentre la Laguna Veneta congelò completamente in un evento davvero severo, tanto da potersi tranquillamente attraversare a piedi per intero e recarsi a Mestre camminando sopra il ghiacciolondra.