Freddo imponente verso l’Europa, anomalie come avvenne a Gennaio

L’entità delle anomalie termiche che sono attese tra martedì e giovedì sull’Europa e l’Italia, avranno entità paragonabile a quelle che vi furono a gennaio 2017, quando si ebbe una poderosa ondata di gelo.

Questo elemento, da solo, dovrebbe illustrare quanto sarà imponente la fase di freddo che è attesa nei prossimi giorni. Freddo che verrà in Primavera inoltrata, perciò non gelaranno i torrenti e le fondane delle città, ma sarà comunque un freddo da eccezionale.

Sarà pur vero che in passato abbiamo avuto ondate di freddo intense, ma questa è rilevante, e sopratutto attualmente si parla di stime, e dovremmo aspettare gli effetti che produrrà, in quanto il contesto primaverile è sovente elemento di disturbo, e quindi di instabilità atmosferica che potrebbe causare rovesci di neve a quote bassissime laddove non erano attese precipitazioni.

Insomma, sarà una situazione da monitorare, anche se il periodo è poco propizio, c’è la  Pasqua, periodo in cui molti di noi saranno impegnati e quindi poco disponibili a lasciare analisi e aggiornamenti. Ma faremo di tutto per essere qui.

Anomalie termiche alla quota di 850 hPa attese per la notte del 20 Aprile secondo ECMWF.

 

Anomalie termiche alla quota di 850 hPa attese per la notte del 20 Aprile secondo GFS,

Stima delle nevicate potenziali, non accumuli al suolo, secondo GFS, per i prossimi 10 giorni.