Buran verso Italia, gelo, condizioni meteo avverse, neve sulle coste. Paragoni

Qualche giorno fa i maggiori meteoman americani ed europei avevano annunciato l’avvento di un’ondata di gelo in Europa, un fenomeno chiamato Buran o Burian. Ovvero un flusso d’aria fredda che dalla Russia del Mar Glaciale Artico, transitando poi nelle pianure sarmatiche, raggiungerà rapidamente l’Italia.

L’evento meteo ha delle similitudini, ma non è assolutamente uguale perché niente si ripete alla stessa maniera in meteorologia, all’ondata di freddo che investì l’Italia alla fine di Gennaio del 1999. All’epoca la neve cadde su Palermo (VIDEO).

I valori termici in quota che sono previsti nell’ondata di gelo dell’Epifania sono ragguardevoli, si ebbero a nord delle Alpi nel Gennaio 1985, mentre stavolta transiteranno nei Balcani. Infatti, nel 1985 fu interessato sopratutto il Centro Nord Italia.

Nel 1999 fu interessato soprattutto il Centro Sud Italia, mentre il Nord Italia fu raggiunto in forma limitata dall’ondata di freddo, in quanto fu frenata, come succederà anche stavolta, dall’arco alpino.

La mappa di sopra è la stima complessiva di precipitazioni solide previste nel periodo di una settimana in Italia dal modello matematico del Meteo Giornale. Si tratta di un LAM (modello alta risoluzione) adattato, al clima italiano.

Il modello matematico continua a stimare possibilità di avere neve sino alle coste adriatiche, ma individua anche la possibilità di neve a quote basse in Sicilia e persino la Sardegna orientale.

Attenzione, la mappa non ha una risoluzione tale con cui è identificabile la singola località. Questa mappa offre sopratutto una panoramica dell’evento meteo. Per maggiori dettagli è utile visualizzare mappe a maggior risoluzione.

Ovviamente la mappa è da interpretare e non prendere alla lettera, infatti presumiamo che non cadrà mezzo metro di neve sulla costa pugliese.

Per i dettagli vi rimandiamo ai prossimi aggiornamenti.

Infine vi lasciamo proponendo una rassegna di mappe che a nostro avviso sono eloquenti.

Proiezione temperatura GSF 12Z su Italia.

La mappa sopra è di previsione, e prospetta il passaggio di isoterme forse da record (non possiamo affermare che lo sia) nella costa adriatica, con valori di -14°C a 850 hPa.

 

Le mappe qui sopra illustrano una parte del Buran della fine Dicembre 1999. Le caratteristiche dell’evento hanno similitudini con quello che avremo, ma come detto sarà una situazione nel dettaglio differente. All’epoca, una depressione si spostò sul Mar Tirreno, così che nevicò anche in quasi tutta la Sardegna sino a livello del mare.

 

E per non farci mancar nulla, ecco la mappa dell’ondata di gelo 1985. Anche quello fu catalogato come Buran, e noterete che proveniva dalle stesse aree da dove verrà quello dell’Epifania 2017.

Lo sottolineiamo ancora, i paragoni con il meteo del passato è meglio non farli mai quando si fanno previsioni.